Formaggi tipici: Mortarat

7 Dicembre 2007

Sono diverse le versioni di questo formaggio tipico del biellese. Il nome, che in dialetto significa mortaio, si riferisce alle cagliate che vengono farcite o ricoperte con erbe aromatiche o spezie e lasciate stagionare per un periodo più o meno lungo.

La speziatura si rivelerà in ogni caso intensa e molto persistente e ciò richiederà l’abbinamento con un vino strutturato dalla grande morbidezza (che ne dite di uno Sforzato della Valtellina San Domenico dell’azienda Triacca?)

Tra i mortarat più famosi ricordiamo la ciambella all’aglio (indicata, per ovvie ragioni, per chi conduce una vita solitaria), la cui pasta viene farcita con interi spicchi d’aglio e ricoperta con un trito sempre a base di aglio; molto stuzzicante anche la maccagnetta alle noci in cui vengono infilati gherigli all’interno della pasta, poi ricoperta da farina di mais e pepe nero.

Infinite però sono le varianti di mortarat. Lascio a voi la citazione di qualche altra versione…

La foto è tratta dal sito: www.emercatino.net

I Video di Gustoblog: Gustoblog alla scoperta delle MArche con Renalut Espace