Salumi tipici: Salama da sugo di Ferrara

Personalmente considero la Salama da sugo la regina dei salumi italiani.

Il processo di produzione consiste nel mescolare diverse parti di carne suina macinata, spezie (pepe, cannella, noce moscata ecc.) e vino rosso. Poi segue un affinamento in freschi locali appositi per diversi mesi. La cottura richiede una certa pazienza e rappresenta il classico esempio di “slow food” che non trova spazio nei ritmi di vita odierni: dopo aver lasciato riposare la salama in acqua tiepida per una notte intera, deve seguire una cottura di diverse ore in acqua al limite dell’ebollizione, senza che il salume tocchi le pareti della pentola (di solito viene appeso ad una stecca posta sui bordi del tegame).

Di solito viene accompagnata a purè di patate che ne ammorbidisce la complessità di sapori. Io magari la proverei con le classiche lenticchie, al posto dei soliti anonimi cotechini che ci rifilano nei cenoni di Capodanno.

La fotoè tratta dal sito: www.ckappa.it

  • shares
  • Mail