Chiude il McDonald's in Galleria a Milano e gli amanti del junk food fanno la fila

Chiude il McDonald's in Galleria a Milano e gli amanti del junk food fanno la fila

Nella Galleria di Milano non ci sarà più il McDonald's e al suo posto troveremo una boutique di Prada. Questa la cruda notizia che, probabilmente, rallegrerà molti e, allo stesso tempo, scontenterà altri. Dal punto di vista squisitamente gastronomico la notizia ci propone alcune riflessioni.

Innanzitutto è sintomatica la fila che si è creata per l'ultimo pasto presso il celebre fast food. C'è da considerare che si trattava di un pasto gratis e in molti non si sono lasciati sfuggire l'occasione; ma non si può non sottolineare che la lunga fila era composta essenzialmente da giovani. Amanti del junk food o cibo spazzatura, si dirà. Vero. Ma è un dato da tenere presente. Se agli inizi si poteva vedere McDonald's come un'americanata, ora fa parte anche del modo italiano di mangiare (ricordate il menù di Gualtiero Marchesi appositamente creato per questa catena? Su Gustoblog trovate anche la ricetta per come fare il panino Vivace di Marchesi in casa). Un bene? Un male? È un dato di fatto che non possiamo però liquidare in maniera semplice e veloce.

Chiude il McDonald's in Galleria a Milano e gli amanti del junk food fanno la fila

A molte persone – giovani o meno – il cibo di McDonald's piace e lo vivono come un momento tutto per loro. Contribuisce a questa situazione il fatto che i prezzi dei prodotti non siano altissimi; è senza dubbio da guardare con attenzione al fenomeno che vede i fast food come luogo di ritrovo e non solo come luogo per mangiare (cosa che succede, invece, nelle italianissime trattorie, pizzerie o ristoranti) e c'è da interrogarsi su quanto siano utili (inutili?) i mille programmi televisivi dedicati alla cucina che, spesso, presentano cibi buoni e semplici da preparare, ma che non hanno quell'appeal di McDonald's e altri fast food simili.

Un McDonald's chiude, un altro apre. Non stiamo certo a strapparci le vesti per una multinazionale che chiude un punto vendita. Dovremmo, però, porci delle domande sul senso che il cibo rappresenta per noi e i nostri giovani: al di là di preparazioni genuine, fatte in casa nel pieno rispetto della stagionalità e della sana tradizione italiana, perché molte persone preferiscono nutrirsi con il junk food? Cos'è che manca alla nostra cucina e alle nostre ricette?

Foto | Getty

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: