Broccoli al vapore: la dieta contro i tumori

Vi state depurando dalla Feste con una ferrea dieta a base di verdura e poi verdura e poi ancora verdura? Bene, allora ecco qualche piccolo consiglio che ci arriva dai ricercatori dell’Università di Parma per non rendere del tutto vani in nostri sforzi.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, ha preso in esame tre prodotti dell’orto immancabili sulle nostre tavole, carote, zucchine e broccoli, e altrettante tecniche per cucinarli (frittura, bollitura e cottura al vapore), nel tentativo di stabilire quale fosse la migliore per non perdere l’effetto benefico delle verdure sulla salute.

Il risultato? Oltre all’attesa bocciatura della frittura (il gusto si paga, ahimé) come tecnica per conservare vitamine e antiossidanti, la sorpresa: se per carote e zucchine la scelta tra bollitura e cottura al vapore è pressoché indifferente, i broccoli è meglio cuocerli al vapore, per mantenere, anzi, aumentare, la presenza dei glucosinolati, efficacissimi antitumorali.

  • shares
  • Mail