Arteinpiatto: a Bergamo il futurismo incontra la cucina

Il binomio arte e cucina mi ha sempre affascinato, infatti non è la prima volta che vi propongo iniziative di commistione fra questi due mondi apparentemente così distanti.

L’evento di cui vi parlo oggi nasce sullo sfondo di una mostra futurista allestita fino al 24 febbraio 2008 nella Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e intitolata “Il Futuro del Futurismo”. Parallelamente 28 ristoratori bergamaschi aderenti all’iniziativa “Arteinpiatto, Il futurismo nei ristoranti bergamaschi” proporranno ai loro clienti menu (qui l’elenco completo. Il prezzo è fisso e varia dai 21 ai 40 euro) con piatti ispirati all'arte futurista, non solo nella combinazione di colori e sapori (richiesta esplicita è che siano “strani e imprevedibili”) ma già nella scelta del nome stesso.

Ecco un “assaggio” di quello che troverete, secondo Informacibo:

Fulmine croccante (che è un antipasto con Foisgras e saette di lamponi), Mammelle Croccanti (ovvero arancini di riso futuristi su letto dorato di campagna), Antipasto Intuitivo (con cestini di arance, salame e sottaceti), Archetipo Poligonale (una piramide di cioccolato gianduia con granella di biscotto e salsa di vaniglia), Cubo al Cubo (con riso selvatico, macedonia di verdure al pesce crudo), Uovo Apparente (erbette fritte in olio d'oliva extra vergine), Terzo Millennio (che è una Casouela bergamasca destrutturata), Torta salata liquida (broccoli, strachitunt e prosciutto crudo) e Isola Croccante (con riso, barbabietola soffiata con cristalli di sale).

  • shares
  • Mail