Il vino? Ai saldi è meglio

Abbiamo già parlato del fatto che, purtroppo, da un po’ di tempo a questa parte, gli italiani bevono meno, non stupisca quindi che le vendite di settore registrino una seppur temporanea, rifioritura in periodo di sconti. Insomma: anche per il vino comprare ai saldi è meglio!

Secondo una ricerca di Winenews e Vinitaly il 61% degli estimatori dichiara di approfittare, qualche volta, dei ribassi per accaparrarsi un buon Barolo o uno ‘stracollaudato’ Sagrantino; il 13% dice di farlo spesso; il restante 26% mai. Questo è ciò che avviene nei supermercati, diverso il discorso per i prezzi in enoteca: il 40% dei fanatici non compra mai per lo sconto; al 52% capita di tanto in tanto; soltanto l’8% è solito farlo.

E comunque la molla che spinge all’acquisto a costi ridotti sembra essere la possibilità di avere a tavola vini normalmente proibitivi (solo il 16% ammette di farlo solo perché attratto dal prezzo in saldo), ma a volte è anche la curiosità verso le novità di mercato, anche se i vini stranieri made in California, Australia o Cile, stentano ancora a decollare, anzi, a farsi stappare.

  • shares
  • Mail