Brassatura, l'arte di fare la birra

DallaBirra

Google Progetto Ricerca Libri è un interessante ed ambizioso progetto che si occupa di digitalizzare e rendere disponibile in formato elettronico tutti i libri pubblicati nella storia, in ogni lingua e di ogni genere, così da creare la più grande biblioteca del mondo. Questo rende possibile la consultazione gratuita di libri rari anche a noi amanti della birra artigianale e provetti homebrewer, deliziandoci con letture affascinanti.

Possiamo trovare un libro del 1768 intitolato Dizionario delle arti e dei mestieri e leggere:

Ne viene attribuita l'invenzione agli Egiziani, e pretendesi, che questi popoli, privi della vite, cercassero nella preparazione de grani, di cui abbondavano, il segreto d'imitare il vino, e che ne componessero la Birra. Altri ne fanno ascendere l'origine fin al tempo delle favole, e raccontano che Cerere, o Osiride trascorrendo la terra, Osiride per rendere gli uomini felici istruendoli, Cerere per rinvernire la figliuola sua immaritata, insegnarono l'arte di fare la Birra ai popoli, che mancando di viti non erano in istato di aver vino. Ma abbandonando le favole per attenersi all'istoria si conviene che l'uso della Birra asso dall'Egitto nelle altre regioni del mondo.

Oppure un libro del 1822 intitolato Biblioteca italiana, o sia giornale di letteratura, scienze ed arti e leggere:

Continuazione e fine dello stato presentaneo di far la birra in Inghilterra

III Della brassatura.

La brassatura, ossia l'arte di fare col malto o grano bollito e poi disseccato la birra, sta riposta in cinque successivi processi, i quali vengon detti: 1° l’infusione; 2° la cuocitura; 3° il raffreddamento; 4° la fermentazione; 5° la chiarificazione.

Od anche un più recente libro del 1856 intitolato Il passato, il presente e l'avvenire della industria manifatturiera in Lombardia e leggere:


Della birra.

In un paese come il nostro, ove, a stato normale dei raccolti il vino abbonda, e dove anche i popolo è discretamente provveduto di mezzi per provvederselo, la birra non è mai stata la binita di comune uso, nè per isgnore nè per la plebe; il signore non beve birra che per vezzo, ed i popolani, non alle placide birrerie ma alle clamorose bettole cercano le loro inspirazioni e trovano le loro delizie; ciò non pertanto, come vedremo, è rilevante il quantitavio della birra che qui si fabbira, e quindi di qualhce interesse l'industria manifatturiera applicata alla preparazione e smercio di questa bibita.
I principali vantatti che risentiamo dall'uso della birra, sono di avere una bevanda piacevole, salutare, ed a prezzo si basso da potersene usare anche dalle classi più poveredel popolo; il vantaggio di mettere a profitto vasti caseggiali, e di usare una considerabile suppellettile di attrezzi; l'utile che ne deriva a moltissime persone che tutte guadagnano su questa produzione industriale, come imprenditori delle fabbriche, assistenti, braccianti, carrettieri, ed i rivenditori de' quali è infinito il numero,

Fonte | it.hobby.birra

  • shares
  • Mail