Ananas e patate… non solo cibo

Navigando in rete tra le foto e videogallery dei quotidiani, ogni giorno si scoprono nuove stranezze che in giro per il mondo si combinano con il cibo.

Qualche giorno fa su Repubblica.it si accennava a patate colorate installate sulle pensiline dei bus londinesi come… forma d’arte. L’artista che può vantare la paternità di questi piccoli alieni variopinti fatti di patate, è rimasto anonimo, ma si fregia di aver abbellito con schizzi di colore il grigiore degli autobus: peccato che l’installazione sia visibile solo dal piano superiore dei double decker (i bus a due piani tipici della City)! Inoltre l’opera è assolutamente ecocompatibile: avrà vita finché i tuberi non saranno completamente distrutti dalle intemperie.

Altro quotidiano altra stranezza: sulla Stampa ho trovato un video che parla di una mason assai particolare nelle Filippine: quella che fa vestiti con le fibre di ananas! Pare che l’usanza in qualche regione del Paese insulare sia molto antica e tramandata oralmente fra le donne. Oggi questo impiego, originale direi, del famoso frutto col ciuffo (che noi occidentali siamo abituati a riconoscere nella forma in foto), ha trovato nuova linfa vitale: i mercati di Giappone, Francia e Usa dove sembra perfino Calvin Klein utilizzi questo tessuto per le sue creazioni. E possiamo immaginarlo, visto che il costo al metro è di circa 2500 pesos locali (più o meno 40 euro), speriamo davvero che vadano a finire nelle tasche degli indigeni dell’entroterra!

  • shares
  • Mail