San Valentino, attenzione ai cioccolatini

Che siate estimatori o nemici di San Valentino, intesa come festa degli innamorati, certamente non vi aspettereste che ne parlassimo nel senso della storia che sto per raccontarvi…

Protagonista è un cioccolatino Mon Cheri (sapete, quelli della Ferrero con un cuore di ciliegia al liquore) che è stato trovato sul parabrezza della propria auto dal sindaco di una (apparentemente) tranquilla cittadina austriaca. Il poveretto, dopo aver letto il bigliettino d’accompagnamento che recitava “Voglio dirti qualcosa d’importante. Per me sei una persona speciale”, ha mangiato il cioccolatino che poi si è rivelato avvelenato alla stricnina ed è finito dritto dritto in ospedale tenuto in coma farmacologico da sabato scorso.

La vicenda, se non fosse che c’è un uomo in fin di vita, avrebbe tutti gli elementi del comico, riecheggiando le vecchie raccomandazioni che ci facevano da bambini: non accettare caramelle da uno sconosciuto ecc. Beh, che dire, il sospetto poteva venire sapendo che gli unici e originali cioccolatini forieri di messaggi amorosi sono in realtà i Baci Perugina (ma forse in Austria è diverso) e comunque un consiglio: oggi state attenti a cosa mangiate, soprattutto se ve lo hanno regalato, occhio agli spasimanti anonimi o pseudo tali.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: