Degustare frutti di bosco alla Masseria San Iorio

Credo che i frutti di bosco siano tra i più golosi prodotti spontanei della nostre campagne, elementi insostituibili per gustosi dessert di fine pasto.

Agli appassionati di lamponi, ribes, more, uva spina, fragoline di bosco, lécine, amarene, visciole, rose canine e sambuco segnalo la Masseria San Iorio, un agriturismo di Castel di Sangro (Aq) che li coltiva con metodi rigorosamente biologici.

Questi frutti, consigliati per il basso potere calorico, per le vitamine e i sali minerali che contengono, vengono anche trasformati in confetture, frutta sciroppata, liquori e gelatine.
Il laboratorio di trasformazione della masseria è stato organizzato pensando alle antiche ricette della cultura contadina: la frutta appena colta viene cotta sulla fiamma e mescolata di continuo aggiungendo solo zucchero o miele.

Tra le lavorazioni particolari, va ricordata la cotognata, tavolette di confettura di mele cotogne da gustare a cubetti come dessert, come merenda energetica nello sport o nelle escursioni, per accompagnare formaggi, come ingrediente di farciture per dolci ripieni o crostate.

La masseria San Iorio dispone anche di un bilocale per due persone e di un cottage in mezzo a orti e frutteti per chi apprezza l’agriturismo. Qui trovate il calendario della maturazione dei diversi frutti: potete così scegliere il periodo migliore per un soggiorno da quelle parti.

  • shares
  • Mail