Eurochocolate a Perugia e i maestri cioccolatieri umbri

Eurochocolate a Perugia e i maestri cioccolatieri umbri

La Camera di Commercio di Perugia ha lanciato l'iniziativa: Perugia, distretto del cioccolato per favorire lo sviluppo del comparto e promuovere le attività non solo delle grandi aziende presenti sul territorio, ma soprattutto delle fiorenti imprese artigianali che occupano una fetta di mercato significativa e di affezione.

Perugia che a partire dal XX secolo si è affiancata ai grandi nomi della tradizione cioccolatiera nazionale: Torino, Modica, Roma, è sinonimo di Perugina e quindi di Bacio e cioccolato Luisa e non da ultimo di un interessantissimo museo del cioccolato e del costume che merita sicuramente una visita.

Ma il fatto che la Perugina la faccia da padrone, non ha impedito a un fitto tessuto di piccoli produttori artigianali locali di affinare le tecniche di realizzazioni di prodotti di altissimo livello qualitativo. Cioccolaterie come Ercolani di Deruta o Dulcinea Perugia di Corciano, la Fine Chocolate Trade di Perugia e l'antica pasticceria Muzzi di Foligno, fondata nel XV secolo, così come Terre Umbre, sempre di Corciano e Vannucci di Pantalla danno al cioccolato uno spettro di sapori che non ha eguali in altri territori.

I cioccolatieri umbri, infatti, hanno la maestria di mettere in consonanza i migliori cioccolati di produzione sudamericana con i prodotti locali quali il farro, il miele, l'olio d'oliva, la frutta secca per realizzare prodotti irripetibili. La cura artigianale non si esaurisce nella produzione di praline, dragées, tavolette, creme, ma si diversifica anche nella realizzazione di confezioni in legno, pelle e carta pregiata.

Se non l’avete mai assaggiato, vi consiglio il cioccolato all’olio d’oliva: una vera prelibatezza!

Foto | Eurochocolate

  • shares
  • Mail