Vino e jazz: Donnafugata music & wine live



Dodici canzoni da abbinare a 12 tipi di vino, per ascoltare jazz degustando un buon bicchiere sostenendo pure dei progetti di microcredito in Sicilia e Calabria. È questa l'idea – che a me pare davvero molto positiva – che sta dietro al progetto Music & Wine Live delle cantine Donnafugata.

Tutto inizia nel 2002, quando Vincenzo Favara, percussionista, e Josè Rallo (voce solista e titolare di Donnafugata) mettono insieme la passione per il vino e la voglia di divertirsi, suonando con un gruppo di amici musicisti professionisti. Il primo cd è uscito nel 2004 ed ha venduto 12 mila copie. Nel 2007 alcuni artisti americani, The Brass Group e l’Orchestra Jazz Siciliana hanno registrato il nuovo album.

Le istruzioni per l'uso del disco sono le seguenti: procuratevi una bottiglia del vino che preferite (alla temperatura ideale), un bicchiere da degustazione, un impianto stereo in un ambiente per voi comodo e rilassante. Selezionate la traccia consigliata dalla wine list, leggete il testo guida e fatevi trasportare dal ritmo della musica.

L'unico piccolo neo di questa proposta è che per abbinare vini e canzoni bisognerebbe avere in casa 12 delle meravigliose etichette Donnafugata, tra bianchi (Anthilia, Polena, Lighea, La Fuga, Vigna di Gabri, Chiarandà), rossi (Sedara, Sherazade, Angheli, Tancredi, Mille e una Notte) e vini dolci (Kabir, Ben Ryè): purtroppo l'investimento richiederebbe quasi mezzo stipendio....

  • shares
  • Mail