Il pepe nero, nuova arma contro la vitiligene

Avete presente quella malattia dermatologica per cui vengono delle chiazze bianche ovunque, ma visibili soprattutto sulle mani? Ebbene, si chiama vitiligine e secondo recentissime scoperte un aiuto per curarla viene dal pepe nero, più precisamente dalla piperina, la sostanza che rende inconfondibilmente ‘pizzicorino’ il sapore di questa diffusa spezia.

La sostanza in questione, secondo alcuni ricercatori del King’s college di Londra il cui studio ha trovato un posto d’onore sulle pagine del British journal of dermatology, è in grado di restituire alla pelle chiazzata di chiaro un colore più naturale perché capace di stimolare i melanociti. L’esperimento è stato condotto sulla cute di topi da laboratorio esposti a fototerapia con raggi Uv e i risultati sono stati migliori e più duraturi.

Questa importante scoperta sarà applicata a tutti quei pazienti che non rispondono alle terapie classiche, dal momento che è semplicemente una terapia di tipo topico e assolutamente non invasiva.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: