Dalla Germania un metodo per neutralizzare l’allergia alle uova

Da oggi è possibile neutralizzare ‘in casa’ il potere allergenico delle uova, la cui intolleranza alimentare colpisce il 5% dei neonati ed è di fatto una delle più diffuse. I ricercatori dell’università di Amburgo, in Germania, hanno messo a punto un metodo in nove mosse fai-da-te che è stato pubblicato sul Journal of agricultural and food chemistry.

Il metodo parte dal presupposto che a scatenare la reazione allergica siano quattro proteine che costituiscono l’80% del contenuto proteico dell’uovo. Il processo inizia con il riscaldamento a 60 gradi e con una serie di reazioni enzimatiche che in pratica ‘digeriscono’ le proteine: il risultato? Una specie di uovo liquido che conserva tutte le caratteristiche chimico-fisiche, nonché organolettiche, delle uova cui siamo abituati, possono essere utilizzate normalmente (ad esempio per una frittata come quella nella foto), ma hanno una capacità di provocare allergie un centesimo rispetto alle originali.

  • shares
  • Mail