L’Aduc decreta: Italia sprecona di cibo!

Ho scelto questa foto perché la notizia così com’è è abbastanza scioccante: ogni anno una famiglia media italiana butta nel cassonetto circa 561 euro di spesa alimentare sprecata, più o meno il 10% degli acquisti complessivi.

L’allarme viene da un’indagine effettuata dall’Aduc, l’associazione nazionale per la difesa e l’orientamento del consumatore che fa una lista dei cibi che con maggiore frequenza finiscono in ingenti quantità nella pattumiera: uova, latte, carne, preparati di gastronomia, mozzarella, stracchino, yogurt, pane, frutta e verdura, affettati, prodotti in busta come insalata, pasta, scatolame e surgelati.

Anche se l’Italia è in buona compagnia di spreconi (negli Usa si butta via tra il 40 e il 50% del cibo acquistato; in Gran Bretagna fra il 30 e il 40) e se lo spreco negli anni sta calando (ma prima si spendeva meno), la ‘spazzatura alimentare’, tradotta in euro, è pari a 4 miliardi, che basterebbero a nutrire almeno 150 degli 852 milioni di persone malnutrite e sottoalimentate che ci sono nel mondo. L’Aduc sottolinea che nelle feste gli sprechi aumentano: ben 52 euro a Natale, 21 a Capodanno e 42 a Pasqua, per un totale di 115 euro che basterebbero per una spesa di due settimane! Un paio di consigli utili: attenzione ai regali in allegato (specchio per le allodole) e alle offerte promozionali… non cadete in tentazione!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: