Francia: no alle caramelle e alle merendine alle casse dei supermercati

Bambini capricciosi, che alla cassa dei supermercati battono i piedi, strillano e scalpitano per accaparrarsi quell’invitante pacchetto di caramelle gommose e iperzuccherate? Genitori accondiscendenti, che per zittirli gliele comprano? Non più, almeno in Francia.

La proposta del Ministro della Sanità francese, Roselyne Bachelot, di eliminare caramelle e dolciumi dalle casse dei supermercati ha come ratio, chiaramente, quella di evitare le tentazioni dei bambini, mentre aspettano con i genitori in fila alle casse. Tentazioni che, guardacaso, sono sempre golosità poste ad altezza bambino. L’iniziativa è stata ampiamente condivisa. La catena E.Leclerc ha già deciso di adeguarsi: via le caramelle dal primo giugno, ma si stimano perdite ingenti, circa 5 milioni di euro l’anno.

Ci domandiamo che succederà in Italia – dove esiste un piano nazionale anti obesità solo annunciato dal Ministero della Salute e dove le iniziative anti-schifezze vengono portate avanti da singoli comuni…prenderemo esempio?

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail