Il pane costa troppo? Allora lo faccio in casa!

Chissà quanti italiani oggi faranno la tradizionale gita fuori porta accompagnando il pranzo con pagnottelle, rosette o ferraresi fate in casa con le proprie mani… beh, potrebbe accadere più di quanto si pensi: il 5% dei nostri connazionali, infatti, visto l’aumento dei beni di primissima necessità come questo, ha iniziato a impastare a casa, risparmiando fino all’80%!

La ‘moda’ potrebbe venire dagli Usa, dove l’aumento del 6% registrato negli ultimi mesi per un chilo di pane ha fatto rimboccare le maniche alle massaie d’oltreoceano che tra il costo delle materie prime, del forno (il cui acquisto si ammortizza nel tempo) e dell’elettricità consumata hanno calcolato che lo stesso panino in casa costa 60 cent, dal fornaio fra i 3 e 5 dollari.

Anche a casa nostra qualcuno fa i soldi in tasca alle famiglie: il sito quirisparmio.net partendo dall’ipotesi che una famiglia consumi un chilo di pane da 3 euro al giorno, in un anno arriva a spenderne più di mille. Facendolo in casa, invece, 350 chili di pane sono assicurati con soli 70 euro. Però!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: