Prodotti francesi da scoprire, l'olio di aragosta dell'isola di Groix

E' una prelibatezza gastronomica dal bel colore rossastro che racchiude in sé tutti gli aromi salmastri e la ricchezza marina della sua terra d'origine. Si tratta de l'huile d'homard, prezioso olio d'aragosta ottenuto dalla "distillazione" del meglio della Bretagna. E' proprio nella regione del costiera del nord della Francia, e precisamente negli spazi della ditta "Groix et Nature", istallata da più di dieci anni nell'isola di Groix, che è stato messo a punto in primavera, secondo un procedimento in gran parte segreto.

Presentato qualche giorno fa in occasione del Salon international de l'alimentation di Villepinte, poco lontano da Parigi, il delizioso condimento deriverebbe da un lungo e curato processo di estrazione realizzato a partire dalle aragoste blu, unite alla dolcezza dell'olio ricavato di vinaccioli.

Dopo lunghi mesi di indagini e sperimentazioni in atelier dirette da Erwan Dubois, e un nutrito numero di test in anteprima realizzati da grandi chef d'oltralpe, il profumatissimo prodotto è ormai pronto per il commercio e sarà messo in vendita, in corrispondenza delle festività di fine anno, in bottiglie di 25 cl. Consigliato per aggiungere un tocco raffinato a spigole e branzini al sale e rendere più interessanti le paste con vongole e cozze, resta una delicatessen tutta da scoprire. Per chi volesse cimentarsi con una preparazione somigliante ecco le indicazioni tradotte per realizzare la ricetta di riccardocuisine.

Ingredienti: zampette e teste svuotate di due aragoste cotte, 250 ml d’olio di colza, mezzo cucchiaino di pepe nero in grani, una foglia di alloro.

Preparazione. Mettere zampe e teste nel frullatore, aggiungere l'olio e tritare il tutto fino a che quest'ultimo non diventa rosato. Trasferire in una pentola antiaderente, aggiungere il pepe e l'alloro, portare ad ebollizione e lasciar cuocere a fuoco dolcissimo fino a che il succo di aragosta è completamente evaporato. Togliere dal fuoco e lasciare in infusione per almeno altri 20 minuti. Tappezzare un passino con un foglio di carta assorbente, utilizzarlo per filtrare l'olio e lasciar riposare il composto fino a completo raffreddamento. Conservare in frigorifero in un contenitore ermetico e consumare entro 30 giorni.

E se poi, dopo aver gustato l'olio di aragosta, vi viene voglia di partire per l'Isola di Groix, seguite i consigli di Travelblog e mettete in programma una visita alle tante perle turistiche della Bretagna, senza dimenticarvi della città fortificata di Vannes.

Immagine da entreprises.ouest-france.fr

Via | ouest-france.fr

  • shares
  • Mail