Milano Restaurant week 2012, dal 9 al 12 novembre menù stellati scontati e beneficienza

Abbiamo già parlato del Rome restaurant week che si terrà a Roma ed ora parliamo della settimana che vede coinvolta la città di Milano. L'iniziativa è pressoché la stessa, tranne che in questo caso c'è anche un risvolto benefico. Infatti ben 1 euro del vostro pagamento andrà a favore dell' onlus Arca per sostenere gli indigenti ed i senza tetto e alla Fondazione Italiana per il cuore per la prevenzione e la lotta alle malattie cardiovasvcolari che sono al primo posto come causa di morte in Italia e nel mondo.

Nata a New York nel 1992 e rapidamente diffusasi in oltre 100 città nel mondo, da Washington a San Paolo, da Londra ad Amsterdam, la Restaurant Week da quest’anno avrà luogo anche a Milano, organizzata da Sapore dell’Anno, la certificazione di qualità che attesta l’ottimo sapore dei prodotti alimentari attribuita direttamente dai consumatori in laboratori specializzati in analisi sensoriale. La Milano Restaurant Week supporta lo stile di vita legato alla dieta mediterranea, riconosciuta dall’Unesco come patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

Due punti chiave molto importanti a mio avviso, la beneficienza e la rivalutazione della nostra dieta mediterranea, che forse dovrebbe essere associata alla rivalutazione dello stile di vita mediterraneo di un tempo, quindi meno automobile, più passeggiate e percorsi a piedi, vita decisamente più all'aperto. La lista degli oltre 30 ristoranti di Milano aderenti all’iniziativa è disponibile su saporedellanno.com e su facebook.com/SaporedellAnno.

Vedremo come andrà questa prima edizione del Milano Restaurant Week, evento patrocinato dalla Provincia di Milano. Questa iniziativa è importante non solo in vista dell'expo del 2015 ma anche poiché si prefigge di educare i palati dei giovani di oggi, magari studenti, che un domani avranno la possibilità di frequentare questi ristoranti dagli standards elevati con più frequenza. Quindi un ritorno di immagine lungimirante, anche in una più concreta prospettiva di turismo enogastronomico che possa realmente creare circuiti più consolidati. Questo si dovrebbe tradurre in modo positivo sul lavoro delle persone che ci sono dietro, dando più stabilità e certezze su un futuro sempre più in bilico e flessibile per dirla politicamente.

Foto | ModaeventiExpo

  • shares
  • Mail