A tavola con i Templari

Cavalieri Templari Per tutti gli appassionati conoscitori dei Templari segnalo un sito dedicato all'arte culinaria nelle diverse epoche storiche, con un paragrafo interamente dedicato ai Cavalieri Templari.

Usanze a tavola, ricette e regole sia alimentari che comportamentali seguivano una vera e propria normativa. Significativa la disposizione a tavola in base alla propria importanza e all'età dei commensali, così come anche il silenzio d'obbligo durante i pasti, mai interrotto anche se solo per chiedere qualcosa inerente il cibo servito: in questo caso venivano utilizzati segni convenzionali per dialogare con gli altri commensali senza proferir parola.

Vino e birra erano le bevande più consumate, e potevano essere aromatizzate con anice o rosmarino. Il vino veniva anche bollito e speziato con cannella, chiodi di garofano, o con l’aggiunta di miele.

Nonostante il vino fosse importantissimo per i Templari, poiché indispensabile nelle funzioni religiose e prodotto in proprio, era vietato abusarne:

“… e se un fratello è abituato a bere tanto da diventare ubriaco e non vuole correggersene, bisogna punire la sua colpa…”

(Regola catalana – una versione della Regola generale)

  • shares
  • Mail