Cucina romana: fave col guanciale

Le fave, consumate fresche insieme ad un bel pezzo di Pecorino, rappresentano per il romano la classica ciliegina sulla torta di una spensierata gita fuori porta ai Castelli.

Esistono però anche diverse ricette che prevedono la cottura delle fave; ve ne propongo una tipica, col guanciale che, per i più attenti alla linea, può essere sostituito dalla pancetta o dal prosciutto cotto.

Ingredienti (per 4/5 persone): mezzo kg di fave fresche sbucciate, un etto di guanciale tagliato grossolanamente, mezza cipolla tritata fina, olio extravergine d’oliva, mezzo bicchiere di vino bianco; brodo vegetale.

Preparazione: in una casseruola fate soffriggere nell’olio il guanciale e la cipolla; dopo pochi minuti aggiungete le fave e mescolate; sfumate col vino bianco e lasciate evaporare; continuate la cottura per circa 40 minuti a fuoco moderato, aggiungendo di tanto in tanto un mestolo di brodo vegetale; lasciate assorbire tutto il liquido prima di servire.

La foto è tratta dal sito: www.edibleportland.com

  • shares
  • Mail