A Cibus una fotografia della nostra spesa

In occasione di Cibus, una delle manifestazioni più amate del settore, Federalimentari ha effettuato un’interessante ricerca che ha evidenziato i cambiamenti dei consumi alimentari degli italiani. Pare che nella società a fare da traino siano i single, ma buon gioco fanno anche gli immigrati che spesso e volentieri si ‘abbandonano’ alla nostra cucina prediligendo la grande distribuzione (ma quando tornano alla loro cucina preferiscono marchi dei loro Paesi d’origine). Tre sono i gruppi di alimenti che preferiscono: riso, latte, pasta e caffè (li acquista l’80%); tonno in scatola, biscotti e bibite gassate (70%); merendine, snack, surgelati, birra, sughi pronti e cereali (40-50%).

Tornando a noi italiani, vi stupirà sapere, come ha stupito me, che la top three dei prodotti più venduti nei supermercati è composta da: surgelati già pronti, merendine fresche e dessert pronto uso, seguite a distanza da gelati, piatti pronti, yogurt, prodotti dietetici, birra, olio d’oliva e salumi. Nello studio sono anche stati individuati tre ‘stili di vita’ che corrispondono a ciò che ognuno di noi mette nel proprio carrello: c’è il tipo ‘etnico’ (+36% in quattro anni) che tende al salutismo con cibi esotici, prodotti dietetici, integrali, crusca, the verde; il tipo da ‘carrello pronto’ con tutti cibi surgelati o precotti; infine il ‘carrello lusso’, ricco di piccoli sfizi, dall’aceto balsamico al caffè in cialde fino ai vini pregiati.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: