Medoliva: il salone degli oli del Mediterraneo

medoliva Oggi si conclude la prima rassegna Medoliva, la fiera degli oli del mediterraneo. Ho avuto modo di farci un giretto ieri e sono rimasta piacevolmente colpita.

Certo, l’affluenza, come sempre accade alle prime edizioni, non mi è sembrata massiccia (forse anche a causa della calda domenica di campionato), però un po’ di gente c’era e l’organizzazione era sicuramente ben gestita.

L’evento è stato suddiviso in 9 aree, nelle quali erano previste diverse attività: degustazioni gratuite degli oli più pregiati, sia nazionali che esteri, gare di chef emergenti, convegni scientifici e informativi, presentazione di nuovi macchinari e tecnologie, gli stand dei vari produttori e consorzi. Un’area è stata riservata alla cosmesi. Interessante la possibilità di prendere contatti con i produttori, anche stranieri. Tra i tanti c'erano anche produttori marocchini, egiziani, greci e francesi.

Il tutto era molto ben organizzato, anche l’area ristoro è stata una bella sorpresa, con 22 euro si potevano assaggiare un mare di specialità toscane preparate dai ristoranti dei dintorni, annaffiandole con buoni vini della zona e in abbinamento all’olio che si preferiva, ovviamente, tra i più buoni d’Italia.

I piatti i migliori erano sicuramente la pappa al pomodoro dell’Osteria dell’acquolina a Terranova Bracciolini; il bollito di chianina del ristorante Il Sottobosco di Badia Tedaldo; la vellutata di fagioli del ristorante Logge Vasari di Arezzo e per finire il gelato all’olio d’oliva, davvero ottimo.

Insomma, questa manifestazione mi ha convinto e spero vivamente possa crescere e consolidarsi nei prossimi anni.

  • shares
  • Mail