Le banane fritte in pastella con la ricetta facile

Dall'oriente sono arrivati fino a noi moltissimi piatti che oramai sono entrati a pieno titolo fra i piatti più consumati da noi italiani; primi furono i cinesi con il loro risotto alla cantonese e gli involtini primavera, poi arrivarono i giapponesi con il sushi e il sashimi, i turchi con il kebab, e gli indiani con le samosas e il naan.

Di recente acquisizione è la cucina thai ricca di sapori agrodolci e profumi speziati che inebriano anche il palato dei più tradizionalisti; costante è l'abbinamento della frutta con gli ingredienti salati specialmente i gamberi, spesso accostati al latte di cocco, ma anche della carne bianca con la frutta secca. Oggi però ho deciso di proporvi una ricetta dolce tipica della tradizione thailandese, quella delle banane fritte in pastella.

Ingredienti per 4 persone: 4 banane, 40 g di zucchero semolato, 150 g di farina 00, 2 cucchiai di farina di cocco, 2 cucchiai di miele, 1 uovo, 1/2 cucchiaio di bicarbonato, sale, olio di semi per friggere.

Preparazione: prima di tutto mescolate 7 cucchiai di farina con il bicarbonato, lo zucchero, il sale e l'uovo e montate il tutto con una frusta fino ad ottenere un composto spumoso, solo allora unite anche la farina di cocco e continuate a montare il tutto fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti; poi lasciate riposare la pastella in frigo per almeno 20 minuti. Intanto mettete a scaldare l'olio per friggere in una capiente padella dai bordi alti, poi sbucciate le banane e ricavatene delle rondelle che siano abbastanza spesse; quando l'olio sarà ben caldo, passate le fette di banana nella pastella e tuffatele nell'olio caldo, poi fatele friggere per pochi minuti girandole da entrambi i lati e lasciatele scolare in un piatto rivestito con carta assorbente di modo che perdano l'olio in eccesso e servitele caldissime magari accompagnandole con delle creme o spolverizzate con lo zucchero a velo.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail