Cosa e come mangiare durante la gravidanza

Gravidanza (c) comteche.comCominciamo con lo sfatare la leggenda metropolitana che chi è incinta deve mangiare per due! Durante la gravidanza l'apporto calorico aggiuntivo a quello che basta normalmente è di 300 kcal giornaliere e quindi complessivamente l'apporto quantitativo, necessario per soddisfare questo bisogno, non dovrebbe modificare di molto la normale routine quotidiana. Una cosa molto importante, non appena scoperto di essere in dolce attesa, è quella di seguire una dieta corretta, senza saltare i pasti e senza apportare inutili calorie che possano far aumentare in modo eccessivo il peso della mamma. Indicativamente l'aumento del peso in gravidanza non è uguale per tutte le diverse settimane, in linea di massima per le donne con un peso normale i kili in più sono così ripartiti: primo trimestre: ½ chilo al mese, secondo trimestre: ½ chilo in due settimane, terzo trimestre: ½ chilo a settimana. Se volete un'idea sul peso che prenderete o che dovreste prendere nei nove mesi potete usare un simpatico calcolatore per il peso ponderale che trovate nel sito di Mamme Domani.

Vediamo adesso cosa mangiare: molta attenzione va data all'apporto di vitamine, proteine e minerali oltre che al tipo di grassi. Ogni pasto deve vedere un alimento tra carne, pesce, uova, formaggi e latticini così come anche il latte. Non va assolutamente eliminata la pasta, il pane, il riso e i cereali che regolarizzando il funzionamento intestinale. I legumi secchi sono una buona fonte di proteine, ferro e calcio ma possono essere causa di meteorismo e coliche e quindi va limitata la loro assunzione in caso di problemi legati a queste sintomatologie. Sì, ovviamente, a frutta e verdura, principalmente di colore giallo e arancio perché ricchi di beta-carotene, così come anche di verdura a foglia verde. Ottimi i kiwi per combattere la stipsi. Se non avete avuto la toxoplasmosi è molto importante lavare accuratamente frutta e insalata prima di consumare crudi questi alimenti. Per lo stesso motivo vanno evitati i cibi di origine animale crudi (affettati o carne cruda) o poco cotti. Troppa caffeina e le bevande alcoliche sono out in questi mesi. Bisogna, invece, ricordarsi di bere moltissima acqua per il proprio corpo e anche per soddisfare le necessità fisiologiche del bimbo nella pancia.

Via | Gynevra

  • shares
  • Mail