Le buone regole per i cibi congelati

Cibi congelatiIl freezer è un ottimo elettrodomestico, indispensabile in moltissime situazioni di vita: usato da single o da casalinghe, presente in quasi tutte le case e a volte anche in più di un esemplare per appartamento. Necessario per chi lavora o per chi ama avere sempre tutto in casa, senza correre il rischio di buttare cibi ormai scaduti o di avere cibo cucinato in eccedenza. Ma si può congelare tutto? No. Alcuni alimenti non possono essere riposti nel congelatore, sopratutto in presenza di cibi con alto contenuto di acqua come pomodori, insalata, ananas e via dicendo. Fare molta attenzione anche alle salse o alle creme a base di uova che potrebbero incorrere in mutazioni dannose.

Una delle prime regole basilari per un buon utilizzo del freezer, è quella di non congelare cibi già scongelati in precedenza; bisogna fare attenzione anche ai cibi freschi, assicurandosi che non siano stati congelati per il trasporto. Ogni alimento va confezionato singolarmente con pellicola per alimenti o carta argentata, oppure si possono utilizzare la vaschette apposite che assicurano una buona chiusura e maggiore ordine nei cassetti. Gli alimenti cotti vanno congelati solo dopo che si sono raffreddati completamente. Per la durata e la conservazione ottimale, ogni cibo ha delle regole specifiche. Ad esempio, il pane si deve congelare appena sfornato, ben chiuso e va scongelato entro tre mesi. Le verdure, durano anche un anno e vanno riposte solo dopo averle pulite e sbollentate. I cibi cotti non devono mai essere portati a cottura completa, poiché finiranno la preparazione sul fuoco nel momento dello scongelamento.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: