Piramidi americane

In America hanno deciso di aggiornare la "piramide alimentare", che pareva ferma da una quantità abbondante di decenni.

Tra il fare e lo strafare il passo è breve, Ecco allora comparire sul sito del Dipartimento dell'Agricoltura, anche la possibilità di costruirsi la propria piramide personale, sulla base di età, sesso ed attività fisica.

Ho provato ad immettere i miei dati, e da questi risulterebbe un fabbisogno calorico di 1.800 calorie al giorno che, sinceramente, mi sembrano un po' pochine. Mi consigliano anche 5 cucchiaini d'olio al giorno (e qua invece ci vedo un'esagerazione).

Comunque l'idea di per se non è male, specie se applicata in una nazione dove il mangiar sano non è parte della cultura individuale, e dove i fast food imperversano.

Completano i servizi on line la possibilità di stamparsi una tabella che riporta le dosi consigliate giornaliere suddivise per tipologie nutrizionali e suggerimenti pratici su come seguire il "nuovo" regime alimentare.

Si levano anche voci contro questa nuova piramide. La critica è relativa all'influenza delle grandi industrie alimentari nella predisposizione delle linee guida. Da nessuna parte compaiono infatti suggerimenti su quali cibi evitare, e ci si limita ad un flebile suggerimento di limitare grassi, zuccheri e sali.

  • shares
  • Mail