Cucinare gli spinaci freschi o surgelati, i consigli per non sbagliare

Cucinare gli spinaci freschi

Gli spinaci come sappiamo bene tutti sono uno tra gli ortaggi più benefici e salutari che ci offre la natura. Di un bel colore verde brillante, le foglie di spinaci sono presenti da sempre sulle nostra tavole italiane, come contorno, antipasto e a guarnire golosi primi piatti. L'origine di questa pianta non è ancora stata identificata con certezza, si narra che provenga dalla Persia, e che fu portata nella nostra cultura culinaria dagli arabi durante le invasioni.

Ma come cucinare gli spinaci freschi o congelati? Ecco alcuni consigli per non sbagliare in cucina. Prima di tutto c'è da dire che si trovano diverse varietà sul banco del supermercato, possono essere freschi (sempre la migliore scelta) ed interi ancora da pulire, nelle comode buste gìà pastorizzati e pronti all'utilizzo e congelati in cubetti per una cottura veloce e pratica. L'importante nel momento dell'acquisto è verificare che le foglie siano verde intenso, senza macchie e non ingiallite.

Gli spinaci hanno fatto il botto sulle tavole delle famiglie italiane, grazie ad un mito dei cartoni animati. Alzi la mano chi non l'ha guardato almeno una volta? Ma chiaro, sto parlando di Braccio di Ferro e della sua mitica frase "Per cento pipe! Io mangio spinaci!". Questo cartoon ha indotto più di un bambino di allora a mangiare tanti spinaci senza fare storie. Poi però si è scoperto che anche se questo ortaggio è ricco di ferro, in realtà questo è poco assimilabile dal nostro organismo (per assimilare l'equivalente in ferro fornito da 100 g di carne, occorre consumare più di 1 kg di spinaci). Ma non temete, amanti del verde in tavola, fanno ugualmente molto bene per le proprietà antiossidanti e antiradicali liberi.

Per la realizzazione di molti piatti, soprattutto dei primi, gli spinaci servono bolliti, lessati o stufati. Questa è una cottura facile e abbastanza veloce. Preparate una casseruola capiente e riempitela di acqua salata. Portate ad ebollizione. Buttate gli spinaci, puliti e smistati in foglie. Cuocete per 8/10 minuti circa (se sono surgelati guardate il tempo di cottura sulla confezione) e poi scolateli. Per renderli più gustosi scottateli in padella con olio d'oliva, sale e aglio e poi procedete alla preparazione scelta, o consumate semplicemente così come contorno light.


Ricordate però, che la migliore cottura, regola che vale per tutte le verdure, è quella al vapore in pentola a pressione, perchè permette di conservare tutte le qualità nutritive e i sali minerali. Un trucco è quello di utilizzare l'ultima acqua del lavaggio per cuocerli. Per favorire l'assimilazione di ferro nella dieta, un consiglio è quello di abbinare agli spinaci molluschi o legumi, o cuocere con l'aggiunta di succo di limone.

Via | Guidacucina
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail