Degustar filetto e tagliata da Cartazucchero a Foiano


Una villa circondata da un bel giardino, dominato e ombreggiato da alberi d'alto fusto e abbellito con grandi ombrelloni in tessuto e arredi scelti con gusto che trasmettono, soprattutto di sera, una sensazione di tranquillità che ben predispone alla cena e che si adatta ancora meglio ad una pausa, tra chiacchere e sigari, subito dopo un buon distillato.

Stiamo parlando di Cartazucchero, un locale in quel di Foiano della Chiana (Arezzo) che un amico pratico di buona tavola ci ha fatto recentemente scoprire.

Appena saliti i pochi scalini dell'atrio si viene accolti dal buffet degli antipasti, quasi a chiarire fin da subito che lì ci si va per mangiare e non per altro! Superate le pareti dove, in una struttura moderna in ferro, sono raccolte oltre 500 bottiglie, si accede alle sale e, soprattutto, alla veranda. È qui che vi consiglio di cercare un tavolo, per godere di una rilassante vista sul giardino mentre sfogliate un menù sintetico ma ricco di suggestioni da buongustai.

La carne, Chianina, è la regina di una carta dove la scelta tra tagliata e filetto è ardua, ma non lascia delusi... sia che si scelga la prima, accompagnata da radicchio o porcini, sia che ci si lasci ammaliare dal secondo, con provola e speck, si potrà contare su un piatto tenero e sostanzioso, di grande soddisfazione.

L'abbinamento enologico non può che essere con una bottiglia toscana: il Dogajolo della cantina Carpineto si è rivelato perfettamente all'altezza del compito, tenendo fede a quanto promesso dall'etichetta.

Foiano si trova ad appena 6 chilometri dall'uscita Valdichiana – Bettolle della A1: se vi trovate a passare da quelle parti, vi suggerisco di fare una piccola deviazione....

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: