Grandi figure della gastronomia: Ippolito Cavalcanti e gli spaghetti al pomodoro

Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino, nasce da un’antica famiglia toscana nel 1787. Abbandonati gli studi di giurisprudenza, iniziò presto ad occuparsi di cucina.

Dal 1837, fino all’anno della sua morte (1859), pubblicò otto edizioni diverse della “Cucina Teorico-pratica”, che riunisce in due parti separate le ricette della nobiltà napoletana (redatte in un italiano approssimativo) e quelle del popolo, trascritte in dialetto. Si tratta di un’opera di grande importanza nella storia della cucina italiana; molte delle ricette potrebbero essere rielaborate e realizzate ancora oggi.

Nell’edizione del 1839 troviamo anche una versione del ragù napoletano e soprattutto la più antica ricetta degli spaghetti al pomodoro di cui si abbia traccia.

Potete acquistare on line l'opera di Ippolito Cavalcanti qui.

La foto è tratta dal sito: www.ilportaledelsud.org

  • shares
  • Mail