Servire l’aperitivo? Ci pensa il robot

Per me è davvero poco più che fantascienza, ma se ET l’extraterrestre voleva telefonare a casa con un solo dito, Car-o-bot, che non è un alieno bensì un robot, è invece capace di servirvi e riverirvi con una sola mano, per di più composta da tre dita.

‘Partorito’ dall’istituto Fraunhofer di Stoccarda, è esponente dell’ultima generazione di camerieri tecnologici: senza fattezze umane (per non sentirsi in colpa se li si tratta male), ma in grado di trovare più o meno qualunque cosa dentro casa e di fare lo slalom dalla cucina al salotto per versarvi, senza danni, il vostro aperitivo preferito.

Alcuni dettagli tecnici per appassionati: visione stereo con telecamere a colori, scanner al laser e una telecamera in 3d; arto estremamente flessibile, capace di manipolare anche oggetti molto piccoli e soppesare la forza a seconda della necessità. Come istruirlo? Ha un touch screen, ma è possibile comunicare con lui anche attraverso comandi vocali e, inoltre, se non conosce un utensile a voi particolarmente caro, basterà mostrarglielo così che potrà in seguito riconoscerlo grazie alla sua formidabile memoria.

Foto / Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: