Novità in Sicilia: il gelato al cannolo e altri

Se siete amanti del più tradizionale cannolo siciliano, con la pasta fritta e il ripieno di ricotta e pezzetti di cioccolato, magari candito e guarnito con granella di pistacchio, potreste diventare fanatici anche di questa novità: il cono-cannolo, inventato da due ex colleghi di lavoro di una scuola di Canicattì che hanno aperto la ditta “Saporando”, specializzata in prodotti innovativi per la pasticceria.

La ‘genialata’ consiste nell’aver chiuso una delle due estremità del dolce, creando naturalmente un vero e proprio cono, almeno se visto e soprattutto tenuto in verticale; in orizzontale, invece, conserva l’aspetto di sempre. Disponibili due versioni: calda e fredda. Nella prima viene riempito da ricotta e creme e guarnito da un pezzo di cioccolato sulla superficie; nella seconda il ripieno è a base di pistacchio o di yogurt, ma si può trovare anche al gusto ricotta.

Non è l’unica novità dell’anno, questa, nel panorama gelatiero siciliano: a Ragusa Ibla, in piazza Duomo, propongono il gelato al Novello e all’olio d’oliva, che si vanno ad aggiungere ai già abbastanza bizzarri gusti al pomodorino, alla lavanda, al finocchietto selvatico e alla carruba. Tra gli altri, a Caltanissetta, dal Cremino, si assapora, invece, il gelato ai sette veli, tratto dall’omonima torta, a Noto quello alla mandorla tostata. E voi? Qual è il gusto più strano che avete assaggiato?

Foto / Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: