Frittelle e spiedini di cozze, una ricetta in esclusiva dal libro 50 sfumature di fritto

50 sfumature di frittoSull scia (ed è proprio il caso di dirlo) della trilogia letteraria Cinquanta Sfumature arriva anche un libro di cucina, dedicato però alle "50 sfumature di fritto, piccolo manuale untologico". Un'idea davvero simpatica, che porta già in copertina la firma ironica della pubblicazione: un papillon fritto (veramente) con tanto di credits di ringraziamento su chi è riuscito in cotanta impresa di friggere un tale accessorio. Il libro, a cura del giornalista pugliese Pierpaolo Lala, è la prima pubblicazione collegata al "concorso di cucina dozzinale" Fornelli Indecisi, che ormai da qualche anno coinvolge cuochi della domenica in una sfida all'ultima ricetta (due delle quali vi proponiamo qui su Gustoblog).

"Tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009 ho avviato su Facebook una bella pratica. Quella di porre, ogni domenica, un quesito culinario. La prima fu: “gli spaghetti con le cozze li preferite in bianco o al sugo?”. Da questa prima domanda si scatenò dentro di me una curiosità morbosa. Dopo aver definito il nome della rubrica di cucina dozzinale nacque Fornelli Indecisi" spiega Pierpaolo Lala. "Alla fine del 2010 ho deciso di trasformare Fornelli Indecisi in un evento vero e proprio diviso in due fasi: un concorso via web e una finalissima tutta da degustare. Nelle due edizioni sono arrivate oltre 150 ricette provenienti da tutta Italia. Nel settembre 2012 lanciai sui social la battuta “50 sfumature di fritto, a breve in libreria”. Qualcuno la prese sul serio. Alla fine ho pensato, e perchè no. La frittura è una delle più grandi libidini della cucina. Ma soprattuto una cosa non semplice da fare".



Ed ecco quindi un libro di 111 pagine che raccoglie 50 ricette di fritto contornate da consigli di frittura, dilemmi sull'abbinamento tra vino e birra, e due racconti finali che canzonano un po' il successo planetario di E.L.James. Il libro sarà in libreria dal 15 dicembre, edizioni Lupo. Tra le tante ricette inserite, ne abbiamo scelte due da proporvi: una del "Premio alla carriera di Fornelli Indecisi", Assunta Rugge (una scoppiettante signora leccese che frigge qualsiasi cosa le capiti davanti) che vi riportiamo qui, ed una del curatore Pierpaolo Lala, che vi proponiamo domani.

Frittelle e spiedini di cozze - di Assunta Rugge e Marcello Aprile
difficoltà: media, tempo: 40 minuti

Ingredienti: 1 kg di cozze nere, farina, birra, 1 uovo, sale, pane grattugiato. Preparazione: Lavate e pulite le cozze, mettetele in una pentola alta e stretta su fuoco vivace per farle aprire. Quando sono pronte togliete la pentola dal fuoco e liberate le cozze dai gusci. Conservate qualche cucchiaiata dell’acqua di cottura (depurata con un colino) per la pastella. Preparate la pastella stemperando la farina con la birra (e un po’ di acqua delle cozze) e girando il composto (non troppo denso). Incorporate metà cozze nella pastella, mescolate bene e versatele con un cucchiaio nell’olio ben caldo. Recuperate con una schiumarola e adagiate in un piatto con abbondante carta assorbente. Dopo preparate alcuni spiedini con tre/quattro cozze ciascuno. Infarinate leggermente, scuotendo per eliminare la farina di troppo, giratelo da una parte e dall’altra nell’uovo sbattuto diluito con un cucchiaio (e non di più) di acqua delle cozze e infine passatelo nel pane grattugiato. Friggete in olio ben caldo.

  • shares
  • Mail