Il pesce azzurro previene l'artrite reumatoide

Abbiamo spesso tessuto le lodi del pesce azzurro, ma vale la pena farlo una volta in più. Stavolta la buona notizia arriva da uno studio svedese presentato al congresso annuale dell'European League against Rheumatism e correla i benefici di un'alimentazione ricca di pesci oleosi alla prevenzione dell'artrite reumatoide.

Sembra, infatti, che consumare almeno una volta al mese (ma i dottori prescrivono due o tre porzioni di pesce a settimana sulle nostre tavole) salmone, aringhe o sgombro, faccia diminuire di circa il 20-30 per cento la possibilità di ammalarsi di artrite reumatoide, una patologia autoimmune fra le più tremende, che colpisce l'1 per cento della popolazione mondiale.

Gli effetti benefici legati al pesce, pare siano riconducibili alla sua ricchezza di vitamina D e di Omega 3, ma anche ai grassi che contiene, che gioverebbero alle infiammazioni articolari nei pazienti già affetti da artrite. Guai, però, a fumare troppo e farsi stressare eccessivamente: sembra accertato, infatti, il legame tra il livello di stress lavorativo e l'insorgere di questa malattia.

Foto / Flickr

  • shares
  • Mail