Dal Mit la nuova cucina a pannelli solari per le popolazioni dell'Himalaya

Il Mit, Massachussettes Institute of Technology, ha messo a punto un nuovo modello di fornello che funziona a pannelli solari, che sarà destinato a 'salvare' le popolazioni himalayane che fino ad oggi hanno cucinato bruciando lo sterco di yak o utilizzando rudimentali cucine a specchio simili a quelle africane.

La nuova cucina sarà ancora più economica di quella venduta in Argentina: costerà, infatti, soltanto 17 euro! Niente più fumo che intossica i polmoni, niente più disboscamento (quando non si trovano gli escrementi di yak) e soprattutto niente più pericolosi incidenti: si calcola, infatti, che in Nepal circa 1,5 milioni di persone l'anno muoiano a causa di pratiche pericolose di cottura. Via libera, invece, al rispetto dell'ambiente e alla sicurezza alimentare.

L'innovativo fornello, realizzato in collaborazione con l'università tibetana Qinghai Normal, ha una base di bambù e una superficie di lana di yak ricoperta da filtro solare Mylar, in grado di catturare il calore molto velocemente e cuocere così i cibi. La cucina, inoltre, che ha recentemente vinto il premio nella Ideas Competition del Mit, è super-leggera e molto stabile.

Foto / Flickr

  • shares
  • Mail