Dal Giappone il primo suino ecologico

Si dice che del maiale non si butta niente, ma potremmo dire che anche che non si butta niente perché si dà al maiale… sentite qua: in Giappone si sono inventati un allevamento di suini nutriti con il cibo invenduto (e in via di scadenza) di supermercati e negozi di generi alimentari.

Un’iniziativa sperimentale avviata nella provincia di Chiba, alla periferia est di Tokyo, in cui è stata creata un’azienda che si occupa proprio della raccolta degli “avanzi” da circa 25 punti vendita dai quali si ricava un mangime liquido che va a nutrire i maiali che, una volta macellati, riforniscono di carne 55 negozi.

A quanto è dato sapere è la prima iniziativa di questo genere, che fa risparmiare davvero tanto: se in passato, infatti, riciclare il cibo costava più che incenerirlo sul momento, oggi è esattamente il contrario; le nuove tecnologie permettono di abbattere gli investimenti con un sospiro di sollievo per l’ambiente, perché riciclare il cibo significa ridurre le emissioni di diossido di carbonio.

Foto / Flickr

  • shares
  • Mail