Cloudy Bay, il Sauvignon Blanc neozelandese che fa impazzire il mondo

Nell’enologia mondiale la Nuova Zelanda ha acquistato una certa fama per via dei grandi sauvignon blanc che sono stati prodotti in questi territori negli ultimi venti anni.

Il vino che ha fatto da apripista al successo dell’enologia neozelandese è senza dubbio il Cloudy Bay di Cape Mentelle. Quello che era il titolare dell’azienda (che ora appartiene a Veuve Clicquot), David Hohen e l’enologo Kevin Judd sono stati gli artefici della prima annata del vino, , che nel 1985 a Londra venne premiato come miglior Sauvigno Blanc del mondo. Per la prima volta un Sauvignon del Nuovo Mondo metteva in riga le grandi etichette della Valle della Loira e l’evento ovviamente ebbe un’eco formidabile che trovò riscontro nel mercato mondiale del vino.

Da un punto di vista organolettico bisogna dire che, tenendo ovviamente conto della diversità delle annate, il Cloudy Bay ha man mano acquistato una propria identità e forse proprio la continua ricerca di una riconoscibilità territoriale ha portato quest’etichetta nell’Olimpo dell’enologia internazionale.

Qui potete acquistare on line l’ultima annata.

Foto: www.salsbeverageworld.com

  • shares
  • Mail