Una panoramica sugli “alimenti-farmaco”

Un piatto di broccoletti lessi e conditi con olio e limone (ma, se preferite, vanno bene anche broccoli, rape, friarelli, cavolo bianco o nero) annaffiato da un paio di bicchieri di buon vino rosso e per finire due arance; lontano dai pasti tè verde a volontà.

È questa, secondo le ultime scoperte, è la dieta ideale per prevenire, ma ora anche per sconfiggere, i tumori. Tutti quelli elencati, infatti, fanno parte della benefica famiglia dei cosiddetti “alimenti-farmaco”, cioè potentissimi antiossidanti e antitumorali.

Il merito di ciò è più semplice di quanto si possa immaginare: va all’acido ascorbico, meglio noto come vitamina C. Ma se ‘mangiata’ la vitamina in questione ha una forte azione antiossidante, quando invece viene iniettata diventa un pro-ossidante, in grado, cioè, di sviluppare radicali liberi che possono essere utilizzati come cura per il cancro. Non è facilissimo capire come tutto ciò funzioni, in effetti, ma l’importante è che sia efficace, no?

Foto / Flickr

  • shares
  • Mail