Foie gras nell'hamburger californiano che non piace agli animalisti della PETA


L'Hot's Kitchen, un locale situato nel sud di Los Angeles, si è attirato le ire degli animalisti della PETA (People for the Ethical Treatment of Animals), la più conosciuta associazione per la difesa degli animali degli USA. La ragione di tale collera sarebbe uno degli hamburger à la carte, perché il ristorante di Hermosa Beach ha nel suo menù una "pietanza incriminata", il cosiddetto "THE Burger", che oltre al consueto panino farcito di carne, comprende un brasato di cipolle all'aceto balsamico, timo e grani di senape, che viene servito con accompagnamento di foie gras, una delicatesse bandita dallo stato californiano il primo luglio scorso.
La norma in questione vieta la produzione e la vendita di foie gras in alcuni stati americani, è stata approvata su pressante influenza dei militanti che si oppongono alla pratica del gavage (l'ingrasso forzato di anatre ed oche), considerata crudele ed immorale.

Una decisione che ha provocato il ritiro della specialità francese da molte tavole, ma non da tutte, data l'esistenza di un vuoto giuridico che non impedisce di offrirne ai clienti, la scorciatoia che hanno scelto anche da Hot's Kitchen. Ma alla PETA non sono rimasti a guardare, come dimostrano i fatti dell'ultima settimana, "Si tratta di un tentativo evidente di sottrarsi alla legge, un qualcosa di palese" ha afferma Jeff Kerr, rappresentante generale della general counsel for PETA, che ha anche confermato che la denuncia è stata presentata mercoledì alla Los Angeles Superior Court.

Lo Chef Sean Chaney tiene in mano un piatto gourmet realizzato con foie gras e peperoncini shishido all'Hot's Kitchen durante l'evento 'Farewell Fois Gras', tenutosi il 29 giugno 2012 a Hermosa Beach, California. L'ultimo weekend nel quale il foie gras è stato servito nei ristoranti californiani prima dell'entrata in vigore del divieto di allevare e vendere il prodotto, avvenuto il primo luglio. (Photo by Kevork Djansezian/Getty Images)

Via | huffingtonpost.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: