Il riso Basmati

basmatiIl riso Basmati è una varietà indiana, è famoso per il suo caratteristico chicco lungo e per il suo profumo particolare, quasi speziato, e la sua fragranza delicata. Il suo nome significa infatti “regina di fragranza” in Hindi, un dialetto indiano.

E’ adattissimo come accompagnamento a piatti speziati, di carne, pesce o, ancor meglio, verdure; che possono essere ricette orientali, ma anche improvvisati da voi a casa.

Io, per esempio, lo accompagno spesso a una bella padellata di verdure saltate nel wok, con poco olio e un po’ di salsa di soya.
Vi insegno un metodo semplice per cucinare il classico “riso bianco” che trovate come accompagnamento ai piatti nei ristoranti orientali.

Procedimento: sciacquate sotto acqiua corrente il riso dall'amido (usate un colino a trama fitta), mettetelo in una padella antiaderente e aggiungete acqua fino a coprirlo leggermente.

A questo punto mettete sul fuoco e aspettate che prenda bollore, quando l’acqua inizia a bollire mettete il fuoco al minimo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 10 minuti.

Passati i 10 minuti spegnete il fuoco e lasciate riposare per altri 10 minuti. Togliete il coperchio e sgranate il riso con una forchetta, così da poterlo servire in abbinamento con quello che più vi piace! Con questo metodo di cottura manterrete il più possibile la fragranza del riso.

P.S. ovviamente questo procedimento si può usare per qualsiasi tipo di riso. Provateci.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail