Le pettole pugliesi con la ricetta originale per il pranzo di Natale

pettole pugliesi

Le pettole pugliesi sono un ottimo dolce che possiamo portare in tavola per il pranzo di Natale. Si tratta di una ricetta semplice, da preparare e servire subito, anche perché è un piatto sfizioso da friggere. Delle palline gustose che tutti a tavola ameranno sicuramente, anche perché, come le ciliegie, una tira l'altra.

Il vostro Menù di Natale, con le pettole pugliesi, terminerà così con un tipico dolce della nostra tradizione. Si possono portare in tavola anche la vigilia, come spesso accade in Puglia, mentre la versione salata può essere usata anche per gustosissimi aperitivi o antipasti, da preparare secondo le varianti che più piacciono in famiglia.

Le pettole pugliesi sono un ottimo dolce di Natale che vuole i seguenti ingredienti: mezzo chilogrammo di farina, un cubetto di lievito di birra, mezzo cucchiaino di sale, acqua tiepida, olio extravergine di oliva, zucchero o miele. Con queste dosi dovrebbero venire una ventina di pettole pugliesi.

Mescolate con cura la farina, con il lievito di birra e il sale. Fate amalgamare bene tutti gli ingredienti. Aggiungete ora l'acqua tiepida, per ottenere una pastella morbida che risulti anche un po' elastica. A questo punto dovrete lasciare a lievitare il vostro impasto per almeno un'ora e mezza, avendo cura di coprire la ciotola con un panno.

Quando l'impasto sarà lievitato, riprendetele, scaldate l'olio e con un cucchiaio bagnato e con le vostre mani, sempre bagnate, formate delle palline, che andrete a friggere. Quando le pettole pugliesi saranno pronte scolatele, passatele nel miele oppure nello zucchero e servite. Ovviamente vanno mangiate appena pronte, belle calde.

Potete anche pensare di realizzare una versione salata, inserendo nell'impasto, prima della frittura, pezzi di formaggio, affettati a cubetti, acciughe, verdure, evitando il passaggio nel miele e nello zucchero.

Via | La cuochina sopraffina

  • shares
  • Mail