Un falso mito: la dieta delle proteine

Molti ragazzi la seguono parallelamente a un iper-pompato esercizio in palestra sostenendo, così, di essere ben nutriti, di mantenere la linea e al contempo di far gonfiare i muscoli…considerazioni personali a parte su questi soggetti tutti discoteca e body building, pare che ingerire troppe proteine in realtà faccia più male che bene al nostro organismo.

Il rischio più grave che si corre? Sta nel fatto che le proteine animali, indispensabili in questo tipo di alimentazione, portano con sé aterosclerosi, tumori, osteoporosi, ipertensione, calcolosi urinaria, gotta, non tanto per il fatto di essere proteine, ma per essere contenute in alimenti ricchi anche di grassi e colesterolo. Eppure molte delle ‘ricette per dimagrire’ più famose si basavano proprio sulle proteine: dalla dieta “low-carb”, a “sugar buster”, la dieta a Zona, Atkins, Scarsdale e altre, che arrivano in qualche caso addirittura a suggerire la supplementazione con cinque albumi d’uovo di prima mattina per dimagrire o per sviluppare massa muscolare. Brrr.

Insomma, come sempre vince la moderazione: l’importante è non superare le dose di 0,75 grammi a chilo di peso corporeo “desiderabile”. Le proteine, inoltre, hanno numerosi vantaggi: permettono di seguire meglio le diete ipocaloriche perché in genere gli alimenti proteici sono magri; aumentano il senso di sazietà e contemporaneamente appagano il gusto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: