La lingua di bue in agrodolce

Visto che l'ultima ricetta da me proposta aveva suscitato qualche perplessità, eccone un'altra piuttosto "strana" che unisce la tradizionale preparazione della lingua di bue bollita a sapori e profumi che possono ricordare un piatto orientale.

Ingredienti: una lingua di bue, una cipolla, 50g di prosciutto tagliato a dadini, mezza costola di sedano, un cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di cioccolata fondente grattugiata, 2 cucchiai d'aceto, 50g di uvetta sultanina, 30g di pinoli, 3 prugne secche, una foglia d'alloro, una manciata di scorze di arancia, olio extravergine d'oliva, sale, pepe.

Preparazione: eliminate la pelle della lingua passandola sulla fiamma, poi risciacquatela; lessatela in acqua bollente per una mezz'ora abbondante; in un tegame a parte preparate un soffritto con l'olio, la cipolla, il prosciutto, il sedano; poi unite la lingua e lasciate cuocere per altri venti minuti circa, aggiungendo una tazza d'acqua; quando l'acqua si sarà quasi del tutto ritirata, aggiungete lo zucchero, la cioccolata, l'uvetta, l'alloro, l'aceto, i pinoli, le prugne ammollate, la scorza d'arancia e lasciate rosolare per alcuni minuti. Una volta pronta, tagliate la lingua a fettine, fate ritirare la salsa e versatela sopra.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail