L’uva: il frutto che fa bene a… tutto!

C’è solo l’imbarazzo della scelta dei benefici che si possono trarre dal consumo del frutto a grappoli per eccellenza: l’uva. Oltre a regalarci il nettare di-vino, infatti, mangiarla fresca, bianca o rossa che sia, è davvero una ‘mano santa’ per il nostro organismo.

Innanzitutto scopriamo che è ottima contro gli scompensi cardiaci e le neuropatie; inoltre, dalla spremitura degli acini, si ottiene un olio ricco di acidi grassi polinsaturi che aiuta a mantenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue. Non solo: la sua polpa, ricca di glucosio, levulosio e saccarosio ne fa un frutto molto nutriente ed energetico.

Tra i ‘gioielli’ che racchiude in sé, l’uva è ricca di pectine e acido tartarico, protettore dell’apparato digerente, di potassio che ha un potente effetto diuretico e un’azione depurante. Inoltre, benché sia zuccherina, in quantità limitate è indicata anche per le diete ipocaloriche grazie al suo potere disintossicante. Quanto alle vitamine contenute nei suoi chicchi, infine, non c’è che dire, non ne manca una: A, C, PP,B1, B2 e molti i sali minerali come il sodio, il calcio, il potassio, il magnesio e il manganese, lo iodio, il fosforo, il ferro e il cromo; è utile, dunque, anche alla cura dei capelli e della pelle.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail