Come fare gli gnocchi di patate in casa

Come fare gli gnocchi di patate in casa

La storia degli gnocchi ha origine in concomitanza con la scoperta del Nuovo Continente e delle preziose patate, diventate nei decenni un pilastro della nostra cultura culinaria. La ricetta degli gnocchi di patate tuttavia iniziò ufficialmente a diventare davvero popolare verso la fine dell'Ottocento e l'inizio del secolo delle grandi scoperte, il Novecento.

In breve tempo gli gnocchi si trasformano in un must a cui molte famiglie non possono assolutamente rinunciare. Le ragioni sono ovvie, gli gnocchi di patate sono squisiti, si prestano a tante salse differenti, e in più, sono decisamente una portata economica e di facile realizzazione, nonchè molto nutriente. Come avrete dedotto oggi impariamo, o ripassiamo se preferite, per la nostra rubrica delle tecniche base, come fare gli gnocchi di patate in casa.

In alcune trattorie di Roma ancora persiste la tradizione che vuole giovedì gnocchi, ma diciamo la verità, questo piatto è troppo delizioso per metterlo in tavola solo un giorno a settimana. Ricetta, come la chiamo io, a prova di bambino. Ci sono come ben sapete tante modalità per fare gli gnocchi, con mille versioni regionali, che vogliono a seconda dell'origine, l'impiego di diverse farine o ingredienti base (zucca, semolino per quelli alla romana e così via). Inziamo a fare insieme quelli più classici e golosissimi con le patate.

Gli ingredienti per la mia ricetta base degli gnocchi di patate sono: 4-5 patate grandi buccia gialla, farina bianca 00 (io mi regolo secondo la consistenza dell'impasto più o meno 300gr), 1 uovo, sale.

Lessare le patate o cuocerle al vapore fino a che non diventano morbidissime (fate la prova con la forchetta). Fatele raffreddare e passatele per bene nello schiacciapatate. Facciamo poi su una superficie piana e spaziosa la classica fontanina, e aggiungiamo le patate, l'uovo e il sale. Impastiamo adesso per bene il tutto fin quando il composto non diventa uniforme ed elastico. Lasciate riposare per due orette coperto da un canovaccio umido.

Stendete ora la pasta sulla superficie infarinata e poi fate il classico filone di 3 cm più o meno (dipende dalla dimensione che desiderate), tagliate con una rotella cercando di dare la forma agli gnocchi e con una forchetta lasciate un segno uno ad uno (la striatura). I nostri gnocchi sono pronti per essere buttati in acqua bollente salata, scolateli appena vengono tutti a galla. Condite a piacere, con burro e salvia, ragù di carne o verdure, salsa ai 4 formaggi o semplicemente a piacere.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail