Quella dei fichi caramellati al rum è una ricetta semplice, da realizzare con pochi ingredienti e che si presta a tanti utilizzi. Chicca alla quale ricorrere per soddisfare la voglia di dolce in qualsiasi momento, si tratta di una preparazione a prova di bambino.

In agrodolce, al maraschino, con aceto: le varianti dei fichi caramellati sono tantissime, ma questa al rum è una delle più diffuse. Ottimi da gustare da soli, si possono usare per arricchire dolci al cucchiaio quali panne cotte, semifreddi e budini o per completare delle coppe gelato.

Si possono unire al ripieno di strudel di pasta sfoglia o utilizzare come farcia delle crostate. Si possono sfruttare come decorazione di numerosi e vari dessert. Infine, ma non per ordine di importanza, possono fare la propria comparsa sui taglieri di formaggi nell’ambito dell’antipasto.

Se avete voglia di provarli questa è la ricetta che fa per voi: dei fichi caramellati con l’inconfondibile valore aggiunto del rum. Ecco come fare.

Ingredienti

1 kg di fichi
500 gr di zucchero
400 ml circa di acqua
200 ml di aceto bianco
40 ml di rum
1 stecca di vaniglia

Preparazione

Lavate bene i fichi ed asciugateli alla perfezione. Senza sbucciarli, disponeteli in un tegame in un solo strato senza sovrapporli.


Copriteli con gli ingredienti previsti tranne il rum, ovvero lo zucchero, l’acqua, l’aceto e la vaniglia e fateli cuocere su fiamma bassissima per circa 2 ore.

Trascorso questo tempo prelevate la stecca della vaniglia e predisponete i fichi nei vasetti di vetro opportunamente sterilizzati. Avvitate i tappi e capovolgete i vasetti per poi farli completamente raffreddare da capovolti.

Una volta freddi trasferiteli in dispensa, quindi attendente una settimana almeno prima di aprirli.

Photo | iStock

Riproduzione riservata © 2022 - GB

ultimo aggiornamento: 21-08-2019