Torta Sacher gustata all'Hotel Sacher di Vienna

sacherTappa fondamentale durante una visita a Vienna è l'hotel Sacher, luogo della nascita della torta Sacher. L'esperienza è gradevole visto anche la classe del "sacher cafè" luogo di pausa della vienna bene che per consuetudine vi si ritrova dopo uno spettacolo del vicino teatro dell'opera. La torta si presenta diversa da quelle prodotte in italia e credo nel resto del mondo, e non occorre masticare per concedersi la degustazione di questo prodotto unico nel suo genere. Come credo tutti sappiate la ricetta è segreta ma io ho avuto la fortuna di conoscere una donna italiana che da anni abita a Vienna e che è stata gentilissima a scrivermi la ricetta che lei usa per preparare questo dolce per la sua famiglia.

Per la glassa ci occorrono: 400 g di zucchero, 330 g di cioccolato e 250 ml di acqua. Per la torta la ricetta impone: 180 g di burro, 80 g di zucchero a velo, 1 bustina di zucchero vanigliato, 8 tuoli, 8 albumi, 180 g di cioccolato fondente, 180 g di zucchero, 180 g di marmellata di albicocche, e 180 g di farina 00.

Per l'impasto bisogna mescolare il burro con i due tipi di zucchero a velo e aggiungere il tutto ai tuorli precedentemente mescolati al cioccolato fondente fuso e finire l'impasto con l'aggiunta degli albumi montati a neve con lo zucchero. A questo punto inforniamo l'impasto nel forno presriscaldato per un'ora a 170 gradi. A cottura completa capovolgete la torta su una carta da forno, fatela raffreddare per poi tagliarla in due e spalmare il mezzo uno strato sottile di marmellata di albicocche precedentemente riscaldata e frullata. Riassemblate la torta e copritela con la glassa che otterrete semplicemente facendo bollire i suoi ingredienti per 5 minuti.

Questo trancio di torta viene servito con della panna non dolce accanto, e consumato insieme a caffè o thè, ma la mia amica Gina, di origini emiliane mi ha consigliato del bargnolino durante l'assaggio. Provare per credere?

  • shares
  • Mail