Il Lazio in degustazione visto da Slow Food

incontri slow food e palatiumIl tema della qualità di ciò che mangiamo é in questi giorni un argomento battuto da molti programmi televisivi. Pare proprio che la scienza modificando i cibi non aiuti affatto la genuinità, gli ogm sembrano essere responsabili di obesità, allergie ed intolleranze alimentari.

Da anni in Italia c'è un associazione che si occupa di preservare le biodiversità, l'importanza del mangiar sano e lentamente, dell'ambiente e dei tipi di agricoltura ed allevamento. Impegno questo che ha portato Carlo Petrini ed Ermanno Olmi alla realizzazione del documentario Terra Madre per il quale ci sono voluti due anni di lavoro.

Slow Food e l'enoteca regionale Palatium collaborano insieme per offrirci un ciclo di degustazioni, conferenze e cene per esaltare Le tipicità del Lazio. Le tre conferenze gratuite ma a prenotazione obbligatoria verteranno: sui prodotti locali e la possibilità di reperire i cibi a km zero tramite le filiere brevi. Sulla situazione delle acque italiane e delle relative risorse ittiche con specifici riferimenti ai laghi laziali. Conferenza di Carlo Petrini nell' ambito della X Edizione del premio Slow Food Lazio.

Ci saranno inoltre cinque cene che per tema avranno la tavola dei cinque capoluoghi, sparse in altrettante città laziali. Questi appuntamenti sono a pagamento ed è importante sempre la prenotazione. Per maggiori informazione potete visitare il sito Slow Food Roma. La consapevolezza delle nostre azioni ormai è non é più una questione di etica, ma della nostra sopravvivenza e di quella del nostro pianeta.

Foto | Slow Food

  • shares
  • Mail