La pasta con la ’nduja nella ricetta tipica calabrese

Concludiamo l’anno appena trascorso con un bel saporino piccante in bocca, grazie a una ricetta della tradizione calabrese: la pasta alla ’nduja. Usiamo la fileja (tradotta in italiano in filei): un tipo di pasta corta fresca, preparata con farina di grano duro, acqua e sale, che conferisce al piatto il tipico sapore ‘rustico’. Se non siete abituati al peperoncino, dopo qualche forchettata farete davvero i fuochi d’artificio!

Cosa vi occorre per 4 persone: 400 g di filei, 100 g di ’nduja, 500 g di pomodori maturi, 50 g di pecorino di Monte Poro grattugiato, olio e sale q.b.

Come si preparano: sbollentate in acqua i pomodori, sbucciateli, eliminate i semi e tritateli grossolanamente. Mettete la ’nduja in una capace padella con un filo d’olio e fatela sciogliere a fuoco moderato schiacciandola con un cucchiaio di legno. Quando sarà ben sciolta, unite i pomodori e alzate la fiamma, aggiustando di sale. Scolate i filei al dente, quindi fateli saltare in padella per un paio di minuti, polverizzate con il pecorino e servite caldi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail