Ricetta futurista: il carneplastico

È il piatto futurista per eccellenza, quello che all'epoca spopolava sulle tavole degli avanguardisti. Il suo nome deriva dal principale ingrediente, la carne appunto, e dalla plasticità delle forme, cui i cuochi futuristi prestavano particolare attenzione. Ho qualche dubbio sulla sua commestibilità, ma certamente da un punto di vista 'artistico' questo piatto è imbattibile.

Cosa occorre: macinato q.b. per fare un polpettone di carne, 11 tipi di verdura diversi (potete usare verdure a foglia, ma anche zucchine, melanzane, peperoni, l'importante è il numero), 1 salsiccia, 3 cosce di pollo, miele qualità Millefiori.

Pulite tutte le verdure e stufatele in padella tutte insieme, ma in maniera progressiva, cioè facendo attenzione ai tempi di cottura, che saranno diversi a seconda delle vostre scelte. Una volta raffreddate, costituiranno il ripieno per il polpettone di carne che vi 'costruirete' sopra, quindi cuocetelo in forno. Nel frattempo tagliate a metà la salsiccia e arrostitela sulla griglia fino a che le due metà si piegheranno spontaneamente a causa del calore; bollite le tre cosce di pollo e disossatele in modo che la carne formi tre 'sfere'. Una volta che tutto sarà cotto, siete pronti per la composizione del piatto: adagiate sul fondo le tre sfere di pollo, sopra le quali formerete un anello con le due metà di salsiccia, ed ecco la base per il polpettone, da servire con il miele sciolto sopra. Buon appetito e buona digestione.

Foto |Flickr

  • shares
  • Mail